newsletterNewsletter  sitemapMappa del sito  favouritesAggiungi ai preferiti 

logo cm
Castelli Pievi e Monasteri

La Valtiberina toscana non è mai stata un grande centro di potere, in nessun periodo storico. è stata piuttosto una provincia da presidiare, una terra di passaggio per eserciti e orde barbariche, un luogo di produzione agricola, con contadini da controllare e tasse da riscuotere, ma anche una terra di profonda fede religiosa. Per questo era costellata di castelli e fortificazioni dove feudatari o vassalli esercitavano il loro potere su piccole porzioni di territorio. Sempre in Valtiberina, ma in altri luoghi, in ogni tempo e con altre finalità, sono state costruite pievi, badie e piccoli monasteri, a partire dall’epoca paleocristiana.

Oggi, castelli, pievi e monasteri sarebbero una preziosa testimonianza storica e culturale, ma la maggior parte di essi non esiste più. I motivi sono molti; tra questi il rimaneggiamento in epoche successive da parte dei proprietari che hanno “ammodernato” le vecchie strutture per renderle adatte alle esigenze del tempo, oppure l’abitudine, piuttosto comune, di recuperare materiale lapideo dagli edifici abbandonati per costruirne di nuovi. Nonostante questo in Valtiberina è ancora possibile scoprire le tracce del passato percorrendo strade secondarie, spesso non asfaltate, che ci aiutano a tornare indietro nel tempo portandoci ad un castello perso nelle colline, ad una pieve romanica o a un monastero immerso nel bosco.

Peregrinare placidamente per queste vecchie strade contorte è come fare un viaggio a ritroso nel tempo, quando lo spostamento veniva scandito dai passi lenti di uomini ed animali e si aveva la possibilità di guardarsi intorno per ammirare, con riverenza, pievi, monasteri e castelli, emblemi indiscutibili del potere spirituale o temporale; talvolta di entrambi.

continua..

Castello di Montauto
Pieve di Micciano

     Informativa privacy | Partita Iva: 00277820510

Valid XHTML 1.0 Transitional    CSS Valido!